social-media-trends

SOCIAL: 10 TRENDS CHE DOVRESTI CONOSCERE

Il panorama dei social è molto frammentato e risulta sempre più difficile per i markerters sapere dove investire tempo e soldi quando si tratta di interagire sui media, creare e proporre contenuti di valore ed efficaci a fini commerciali.
Cosa vuole il nostro pubblico?
In che modo il nostro brand può rispondere ai bisogni manifesti e inespressi dei nostri consumatori?
Solo rispondendo a queste domande sarà più semplice individuare tempi e contesti in cui il brand e le strategie di marketing saranno rilevanti nella vita e nei comportamenti delle persone.
Conoscere i trends e le preferenze degli utenti, capire quali piattaforme preferiscono utilizzare e individuare i loro comportamenti consente di agganciare più efficientemente ed efficacemente l’audience.
10 sono gli attuali trends rilevanti in ambito social, vediamoli nello specifico.

  1. Il dominio delle piattaforme messengers
    4 delle 5 piattaforme social più utilizzate sono mobile messengers (WhatsApp, FB messengers, QQ, WeChat). Un bel problema per i marketers che con difficoltà devono inserirsi in conversazioni private per carpire dati rilevanti per le loro attività, rasentando il puro spam.
    Una soluzione è generare conversazioni e stimolare il passaparola e tutte quelle attività che spingono le persone a parlare bene del brand, dei prodotti e servizi.
  2. La comunicazione è cambiata
    Parola d’ordine: empatia. Il rapporto che bisogna instaurare con gli utenti deve essere one-to-one, profondo ed empatico. Qualche emoji in più non guasta.
  3. Piattaforme combinate
    L’utente non deve essere solo un bersaglio della pubblicità; l’obiettivo è offrire strumenti utili e soluzioni che integrino servizi diversi, in modo da creare un valore aggiunto per il cliente. Combinare più piattaforme social è senza dubbio una strategia vincente: WeChat docet.
  4. Video
    La moda dei video imperversa ma, sia ben chiaro, lo scopo è influenzare atteggiamenti e comportamenti di potenziali consumatori, non intrattenerli. I video devono essere studiati affinché portino un ritorno e un risultato tangibile.
  5. Socievoli, non sociali
    L’ansia di postare costantemente e assicurare contenuti di altissima qualità colpisce un po’ tutti. Quando bisogna postare? Quando si ha qualcosa di significativo da dire, di norma. Spesso, però, più preziosa del contenuto trasmesso è la conversazione creata attorno al contenuto stesso.
  6. Inserzioni, inserzioni ovunque!
    Quando le performance sono scarse in termini di click e “mi piace” spesso si ricorre a contenuti a pagamento: errore! Il rischio è quello di irritare il pubblico. Le relazioni rilevanti si instaurano col tempo, senza “imposizioni” e grazie a interazioni multiple.
  7. La parola agli altri
    Influencers, opinion leader e semplici sostenitori dei nostri prodotti o servizi: tutti e tre possono avere un ruolo significativo per il nostro business. Bisogna saper individuare le modalità con le quali operano e interagiscono con il loro pubblico e “sfruttarle”, di comune accordo, a nostro vantaggio.
  8. Professional social networking
    I professionisti comunicano tra loro e coltivano relazioni e lo stesso fanno le aziende con i loro clienti, in ogni settore. Le piattaforme di questo tipo sono una preziosa opportunità per condividere valori e prospettive dell’azienda e coinvolgere i clienti.
  9. Social commerce
    I pulsanti “buy” sono ovunque. Di certo sono un grande potenziale per il marketing ma celano anche insidie. Sui social non si va per comprare ma per socializzare. Bisogna stare attenti a non intromettersi nelle conversazioni degli utenti per vendere qualcosa fuori contesto o totalmente irrilevante per loro. L’imperativo è trattare gli utenti come persone prima di tutto, non come consumatori.
  10. La misura di roi più significativa
    Come misurare il ritorno sociale? Non in “mi piace”, click o visite. Bisogna intercettare il cambiamento nei comportamenti, nelle preferenze e nelle interazioni degli utenti e capire cosa lo ha scatenato.

L’obiettivo quindi è individuare e capire cosa vuole il nostro pubblico, cosa desidera provare e acquistare, instaurare un rapporto di fiducia; la difficoltà sta nel trovare i modi più efficaci per accontentarlo, utilizzando gli strumenti social a esso più funzionali e vicini.

Non perderti i nostri articoli e le news! Iscriviti alla nostra Newsletter!

ISCRIVITI